Villa Priuli – Grimani – Morosini detta Ca’ della Nave

Villa Ca’ della Nave

Villa Ca’ della Nave

La Villa Priuli – Grimani – Morosini detta Ca’ della Nave è una villa veneta cinquecentesca che si trova a Martellago, in provincia di Venezia.

La villa fu costruita probabilmente tra il 1566 e il 1575 dalla famiglia veneziana dei Priuli, i primi proprietari della villa. La forma architettonica dell’edificio, di cui non è noto il nome dell’architetto, presenta una struttura a pianta quadrata su tre piani e con la facciata adornata dagli affreschi di Giambattista Zelotti (1526-1578); mentre l’elegante pietra d’Istria ne adorna finestre e loggiati.

Leggi anche dalla Storia della Terra dei Tiepolo: Il dominio Veneziano

Dopo il 1620, i Priuli furono costretti a vendere molte delle loro proprietà tra cui la villa di Martellago. La villa venne acquistata dai Grimani del ramo dei “Servi di Santo Stefano”, una famiglia patrizia tra le più ricche e potenti della Serenissima. Venne ristrutturata dagli stessi Grimani agli inizi del XVIII secolo. In questo periodo vennero edificate le due barchesse, costruite perpendicolarmente al palazzo, una disposizione questa poco comune nelle ville venete; quella ovest adibita esclusivamente ad uso foresteria, alloggio per gli ospiti “foresti” illustri; gli affreschi sono opera di Francesco Fontebasso (1707-1769), allievo di Sebastiano Ricci. La barchessa est, i cui interni sono dipinti da Francesco Zugno (1708-1787), si allunga fino al “palazzetto” una costruzione a forma di torre con sottoportico, celebre punto di ritrovo dei visitatori di un tempo, nel cui primo piano veniva offerto agli ospiti il caffè. La costruzione si unisce alle adiacenti cantine pre-esistenti (fine XVI sec) e all’estremità opposta termina con un’altra torre “colombara” a tre piani, collegata al granaio. Vicino alla barchessa, nel 1807 venne costruita la “casetta del sottofattore” che ospitava il prete mansionario dell’oratorio. Le varie costruzioni quali la colombaia, l’Oratorio e i numerosi edifici rustici formano una specie di piazzetta quadrangolare di rara continuità architettonica tra la villa padronale e le sue dépandances.

Sempre agli inizi del Settecento iniziarono anche i lavori per risistemare il giardino alla moda dell’epoca; esistono due documenti (1671) con progetti alquanto similari, il primo disegnato dagli architetti Mattia De Rossi e Felice Della Greca, probabilmente commissionato dal Procuratore di San Marco Antonio Grimani, ambasciatore a Roma dal 1665 al 1671; ma secondo altri studiosi il giardino è invece opera dell’architetto francese André Godeau; il giardino venne completato nel 1706. Inoltre dispone di uno splendido parco con delle vecchie essenze arboree, tra le quali spicca una farnia (Quercus Robur) della metà del XIX secolo. Durante la permanenza del N.H. Antonio Grimani, ritiratosi a vivere a Martellago, la villa ospitò numerose personalità patrizie ed ecclesiastiche; probabilmente anche Pietro Grimani doge di Venezia dal 1741 al 1752. Inoltre nel 1760 lo stesso Carlo Goldoni che dedicò al N.H. la sua commedia “L’amante di sé medesimo”.

(c) Testo Wikipedia

SCOPRI IL NOSTRO ITINERARIO “LE VILLE VENETE”

SCOPRI IL NOSTRO ITINERARIO “I LUOGHI DELLA CULTURA E DELLA MUSICA”

La Chiesetta Ca’ della Nave ospita numerosi eventi durante il corso dell’anno, controlla il nostro CALENDARIO EVENTI per essere sempre aggiornato

 


Informazioni utili:

Dove: 

SS 245 – 30030 Martellago

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Fatal error: require_once(): Failed opening required '/homepages/36/d596005062/htdocs/clickandbuilds/terradeitiepolo/wp-content/themes/hueman/footer.php' (include_path='.:/usr/lib/php5.5') in /homepages/36/d596005062/htdocs/clickandbuilds/terradeitiepolo/wp-includes/template.php on line 688